RADIOFREQUENZA

radiofrequenza2

La Radiofrequenza è una metodica non invasiva mirata al ringiovanimento cellulare e trattare in maniera efficace la cellulite.
La radiofrequenza permette di trattare la pelle utilizzando il riscaldamento controllato profondo della stessa, ottenendo un netto miglioramento dell’elasticità e della lassità cutanea. La tecnologia permette di trasferire energia e calore al derma profondo e al sottocute, proteggendo l’epidermide dall’insulto termico e rendendola più elastica e più giovane.

Tra tutte le tecniche di ringiovanimento che utilizzano il calore per attivare i fibroblasti sottocutanei, la Radiofrequenza è attualmente il sistema più avanzato, considerando tempi, costi e comfort.

L’energia a bassa impedenza
La trasmissione di energia RF (radiofrequenza) a bassa impedenza avviene quando vi è un passaggio di corrente tra i due elettrodi, emettitore e ricevitore, in modo diretto attraverso il corpo umano. Gli elettroni passano da un elettrodo all’altro (alternativamente), con attrazione/repulsione delle cariche elettriche all’interno dell’organismo, e accumulo in prossimità degli elettrodi (alternativamente).
La RF a bassa impedenza si concentra ove il tessuto offre maggior resistenza, per il minor contenuto d’acqua: cartilagini, tendini, aponeurosi, ossa.

L’energia ad alta impedenza
La trasmissione di energia RF (radiofrequenza) ad alta impedenza avviene quando si sfrutta l’effetto condensatore di cui due elettrodi costituicono l’armatura. Grazie a questo fenomeno è posibile agire sui tessuti dall’interno, richiamando energia direttamente dalle biostrutture. Le cariche elettriche si attraggono e si respingono (alternativamente) all’interno dell’organismo e si vanno ad accumulare in prosimità degli elettrodi. Il movimento delle cariche avviene in modo uniforme su tutto il tessuto.
La RF ad alta impedenza agisce più efficacemente sui tessuti molli: muscoli, sistema vascolare, sistema linfatico.

Una Radiofrequenza come Q-Frequency utilizza una frequenza di 500 kHz con una trasmisione di energia ad alta o a bassa impedenza, attraverso la quale viene attivata un’iperemia endogena omogenea sui diversi livelli (anche profondi) della struttura trattata. Tramite il richiamo ematico e la riattivazione del sistema linfatico, le cellule adipose sono stimolate al rilascio delle tossine e dei liquii in eccesso ristabilendo il giusto equilibrio. Le onde elettromagnetiche migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana fibroblastica, stimolando la produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico in modo naturale.

Utilizzando i benefici effetti della radiofrequenza, Q-Frequency ottiene risultati sorprendenti nella tonificazione tissutale, nel trattamento delle rughe, nella riduzione delle zone colpite dall’inestetismo della cellulite e nel processo di snellimento.

Doppia azione su viso e corpo
Agendo direttamente sul collagene grazie alla doppia azione complementare di RF ad alta e a bassa impedenza, si ottengono risultati sull’elasticità e sulla tonificazione del derma visibili sin dalle prime sedute, con un immediato effetto lifting anti-age.

Tramite il richiamo ematico e la riattivazione del sistema linfatico, le cellule adipose sono stimolate al rilascio delle tossine e dei liquidi in eccesso ristabilendo il giusto equilibrio. Le onde elettromagnetiche migliorano l’attività della pompa sodio-potassio della membrana fibroblastica, stimolando la produzione di nuovo collagene, elastina e acido ialuronico.

Radiofrequenza a bassa ed alta impedenza
La RF a bassa impedenza agisce più efficacemente sui tessuti a maggiore resistenza quindi a minore contenuto d’acqua, quali: strato corneo, cartilagini, tendini, aponeurosi, ossa.
La RF ad alta impedenza agisce più efficacemente sui tessuti molli, quali muscoli, sistema vascolare, sistema linfatico.